[recto]

[main de Ghino]

  + Al nome di Dio. Dì XI di sete[n]bre 1386.

 Per Francescho vostro m’è stato scritto che vi debi mandare lib. IIM di ferro in verghone e spiag[i]uole, il quale chome Andrea v’arà detto conperai già più giorni(a) e per difetto di vetturali è rimaso che non s’è mandato più presto. Mandiàlevi questo dì per Domenicho di Bonsignore vetturale. Apresso ve ne dirò conto.

 Ferro verghone e spiag[i]uole lb. IIM da turazo a contanti f. XVII 1/1 M, e in tutto pezzi CXXXI fasci XII …………………………………………………………………………………… f. XXXV lb. ….. s. ….. d. ….

 Per pesatura ………………………………………………………. f. …. lb. …. s. II d. ….

 Per fune per leghare il detto ferro ………………………… f. …. lb. …. s. IIII° d. ….

 Per ghabella di Siena ………………………………………….. f. …. lb. III s. ….

 Somma f. XXXV lb. III s. VI d. …. picioli

 E tanto fate di rimetermi(b), ché tanto ò paghato per voi. Il vetturale dice che della vettura è d’acordo con voi, e pertanto cho∙ lui ve ne intendete.

 Altro per questa no[n] dicho. Christo vi ghuardi!

 Ghino di Bartolomeo di Siena, salute.

[verso]

[titre en lieu d’adresse]

 Chopia di chonto(c) di fero auto da Siena, e andò a Prato.

 El chonto che vene da Siena mandamo a Pisa.

[main de Monte d’Andrea ; date de réception]

 1386, da Siena, a dì 14 di settenbre.

(a) Tilde superflu sur orni. (b) Tilde superflu sur rm. (c) di chonto ajouté au dessus de la ligne.