[recto]

[main de Ghino di Bartolomeo]

  + Al nome di Dio, amen. A dì XXVII d’aprile 1383.

 Egli è vero che per lo pasato none abiamo auta vostra cognoscenza, ma per quanto(a) scrivate a Ghino nostro voi voreste che, quando(a) v’achadesse alchuna facemda, che noi vi servisimo, di che vi diciamo semza più parole noi siamo presti a servirvi in ciò che posiamo e di pagare e ricevere, e simile spac[i]are robba e ogni altra ; e sichuramente potete mandare a pagare, a ricevere e fare ciò che vi fa mestiero chome a voi medesimi, e questo(a) vedrete per efetto.

 Tutte merchantie ànno al presente ghativo spacc[i]o, e sì per paura di moria, e sì per più altre ragioni, ma siate avisati che choiame e lane c’è ghativo credare però che ‘ lanaiuoli, choiary e

chalzolari non sanno mai pagare persona. E però(b) no[n] vi consigliamo rimetiate choiame di nesuna ragione, e simile lane. Nientemeno no’(b) siamo presti a ciò che si può(c). Pregi : pepe f. 19 C, zucharo damaschino bello f. 28 C, genzovi belodi f. 35 C, mechini 17 I/I in 18 C, grarofani [sic] f. I° libra in s. II meno (?), frusti f. ¼ libra, noci f. I° 1/8, cera bella (?) f. 11 ¾ in I/I, stagno di Provenza n’abiamo noi un pocho che l’abiamo dato a f. 7 ¾ C a d. e ancho a 7 I/I, polvari di Meleche f. 9 C, di Cipri f. 10 in 11 C, banbilonio f. 13 in 16 secondo [sono], chanelle fine f. 22 in 24 C, mezane 16, altre chose a l’usato. Per altre v’aviseremo di lanagi e di choiame.

 Kanbi per costì 1/3 in I/I, Firenze 1/8 me’(d) qui(a), Perugia 1 2/3 in I/I meglio qui(a). Per altronde quinci(a) non si chanbia o se pure si chanbiasse, rade fiate.

 Polvari di buono pregio crediamo(e) ci si spac[i]arebero asai bene. Altro per questa(a) no[n] diciamo. Idio vi guardi!

 Per Bindo Tucci, salute di Siena.

[verso]

[adresse]

 Framcescho di Marcho e conpagni da Prato in Pisa

 (marque de la compagnie Bindo Tucci)

[main non identifiée ; date de réception]

 1383, da Siena, a dì XXX d’aprile.

Risposto.

(a) Hampe du q barrée. (b) Tilde superflu sur le mot. (c) Tilde superflu sur uo. (d) mel avec l rayé. (e) Tilde superflu sur mo.