[recto]

[main de Battista]

  Al nome di Dio, amen. A dì 25 d’ottobre 1385.

 Mandiamo infino chostà Ghino per alchuna nostra facienda, e simile per parllare chon voi d’alchuna chosa che m’à ragionato. E però, se vedeste che faciesse per voi sichuramente vi potete chonfidarvi di lui di chomettargli ogni vostro affare, ché sodamente e bene ve gli ghuidarà quanto veruno altro che abbiate appo voi. E di questo sopra di me vi rendete cierto.

 Di quello due balle del lino che ‘ vostri di Pisa ebero per llo vostro da Prato, achonciatela chon Ghino, ché gli aviamo data la ragione, e schontate e∙ ronçino e a llui date i∙(a) resto che chancielliamo la ragione. Altro non chale dire. Se possiamo fare per voi nulla, siamo a’ servigi vostri aparechiati. Achomandiànvi a Dio.

 Battista d’Andrea / e conpagni // di Siena, salute.

[verso]

[adresse]

 Franciescho di Marcho da Prato in Firençe

 (marque de la compagnie Battista d’Andrea)

[main de Francesco ; date de réception]

 1385, da Siena, a dì 26 d’ottobre.

 Risposto.

(a) Tilde superflu sur le i.