[recto]

[main de Ghino di Bartolomeo]

  + Al nome di Dio, amem. A dì XXI di dicenbre 1384.

 A dì [***] del mese vi scrivemo per [***] chorriere quanto(a) fu di bisognio. Atemdiamo da(b) voi risposta.

 Alora vi dicemo chome noi eravàno presti(c) a servirvi e che a voi stava el chomandare. Perché pare che voi scriveste già [à] più dì a’ nostri di Siena che volavate un(d) pochi [sic] d’ac[i]ari da noi, ne mandiamo questo dì chostà a Bartalomeo di Nicholò e compagni da fardelli LX d’ac[i]ari di più maestri. Pote[te]veli far mostrare ; e se v’è chosa che vi piaccia, noi faremo chon voi chome per altra vi s’è detto. Se vedete che vi sia niente che facci per voi(e), piglatelo e avisatene, e subito ve ne diremo(f) conto(g).

 Altro per questa(a) non diciamo, se non che non ci risparmiate i∙ niente. Siamo presti a’ vostri servigi. Che Christo vi guardi!

 Per Bindo Tucci di Brescia.

[verso]

[adresse]

 Framcescho di Marcho da Prato(h) e compagni in Pisa

 (marque de la compagnie Bindo Tucci)

[main de Stoldo ; date de réception]

 1384, da Brescia, a dì 24 di genaio.

Risposto.

(a) Hampe du q barrée. (b) a corr. sur av en fin de ligne. (c) Tilde ondulé superflu sur p(r)e. (d) Tilde superflu sur le n. (e) Suivi de avis rayé. (f) Tilde superflu sur le o. (g) Tilde superflu sur le mot. (h) Tilde ondulé superflu sur p(r)a.